dimaio-berlusconi19.jpg_982521881

Vincolo di mandato, Di Maio e Berlusconi analfabeti della democrazia

Oggi Di Maio propone la “convergenza” sull’abolizione del vincolo di mandato. In realtà, sa bene che i “convergenti” già esistono e sono Berlusconi e i suoi alleati, che hanno firmato un programma che la prevede. È surreale che il clan del no alla riforma, i “difensori della Costituzione” vogliano stracciarne i principi eliminando il principio della libertà dei parlamentari che è una delle basi di qualsiasi democrazia. L’unica che lo prevede, il Portogallo, ha un sistema e una storia del tutto diversi e soprattutto partiti veri, democratici, organizzati, non guidati a click da una srl, o da un capo-padrone. Siamo di fronte ad analfabeti della democrazia.

Per evitare i cambi di gruppo, basterebbe bloccare le risorse economiche dei gruppi e non farle aumentare all’aumentare dei numeri dei parlamentari. Questo ovviamente nessuno lo propone. Del resto, vogliono tenersi mani libere per accogliere transfughi, con tesoretto annesso, come ha già dimostrato Berlusconi parlando dei grillini “reietti“.