recatar-plan-pensiones

Pensioni, Giorgia Meloni ritira firma dalla mia proposta: molla i giovani per paura

Oggi gli onorevoli Meloni e Rizzetto di Fratelli d’Italia hanno ritirato la firma dalla mia proposta di legge che prevede l’introduzione nell’articolo 38 della Costituzione del principio di non discriminazione tra generazioni in materia pensionistica, sottoscritta da circa 50 parlamentari di maggioranza e opposizione.

Hanno accampato una serie di scuse, giustificazioni e alibi, ventilando rischi che guarda caso coincidono con le contestazioni, chiaramente infondate, che io e altri firmatari abbiamo ricevuto da alcuni gruppi sul web.

Sono molto deluso che due colleghi che continuamente si presentano come paladini dei giovani, quando si arriva al dunque, scappano per paura delle contestazioni della rete.

La cosa è ancora più grave in un giorno in cui gli esperti sentiti in audizione hanno motivato l’utilità della proposta e l’ISTAT in Commissione ha confermato l’esistenza di una situazione gravissima.

Il presidente Alleva ha detto che nel 2060 crollerà del 10% un indicatore importante, quel tasso di sostituzione netto che misura il rapporto tra la prima annualità di pensione e l’ultimo reddito annuo preso prima della pensione. Insomma, i giovani sono sempre più a rischio di povertà e sanno già oggi che, a parità di condizioni, andranno in pensione più tardi e con meno soldi.

Mollare una battaglia di questo tipo per paura di qualche polemica sul web è un esempio di cattiva politica.