Spiagge, i miei emendamenti alla legge delega per maggiore trasparenza e più concorrenza

Tutte le modifiche che ho presentato al disegno di legge delega per il riordino della disciplina delle concessioni demaniali marittime. L’obiettivo comune ai miei emendamenti è quello di assicurare piena trasparenza e favorire una maggiore concorrenza nel settore.

 

IL TESTO DEI MIEI SUB-EMENDAMENTI ALL’EMENDAMENTO DEI RELATORI

 

1)

Dopo la parola “transitorio” aggiungere le parole “entro il limite massimo di un anno”

 

2)

Sopprimere le parole da “con le amministrazioni” fino alla parola “settore”.

 

3)

Sopprimere le parole da “con le amministrazioni” fino alla fine del periodo.

 

4)

Sopprimere le parole da “riconoscendo” fino alla fine del periodo.

 

 

IL TESTO DELL’EMENDAMENTO DEI RELATORI

 

1.200 i Relatori

Al comma 1, dopo la lettera d), inserire la seguente: “d-bis) prevedere la possibile rimodulazione del periodo transitorio di cui alla lettera d) in presenza di atti di pianificazione territoriale e dei relativi strumenti di programmazione negoziata con le amministrazioni competenti e con le associazioni maggiormente rappresentative su base territoriale delle imprese del settore, riconoscendo misure aggiuntive di premialità in favore dei concessionari esistenti:”

 

 

 

IL TESTO DEI MIEI EMENDAMENTI

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1 sostituire la parola “sei” con la parola “tre”

 

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1, aggiungere la lettera e-bis)

 

e-bis) prevedere l’attribuzione di una quota dei canoni concessori a favore dei comuni che rendono pubblici, tramite i propri siti internet,  i dati concernenti l’oggetto delle concessioni ed il canone concessorio.

 

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1, aggiungere la lettera e-bis)

 

e-bis) prevedere, ferma restando l’eventuale responsabilità contabile, sanzioni per i comuni che non rendono pubblici, tramite i propri siti internet, i dati concernenti l’oggetto delle concessioni ed il canone concessorio.

 

 

 

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1, dopo la lettera g) è inserita la seguente

 

 

 

  1. h) Stabilire specifici obblighi di trasparenza istituendo un pubblico registro nazionale avente ad oggetto le concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo rilasciate dalle pubbliche amministrazioni. Individuare il relativo apparato sanzionatorio sulla base dei principi di effettività e proporzionalità.

 

 

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1, dopo la lettera g) è inserita la seguente

 

 

 

  1. h) Prevedere che le pubbliche amministrazioni concedenti rendano pubblici, anche tramite i propri siti internet, i dati concernenti l’oggetto delle concessioni ed il canone Individuare il relativo apparato sanzionatorio sulla base dei principi di effettività e proporzionalità.

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1, dopo la lettera g) è inserita la seguente

 

 

 

  1. h) Prevedere l’obbligo dei concessionari di esporre al pubblico gli estremi della concessione e l’ammontare annuo del canone corrisposto all’amministrazione concedente. Individuare il relativo apparato sanzionatorio sulla base dei principi di effettività e proporzionalità.

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 1, dopo la lettera g) è inserita la seguente

 

 

 

  1. h) Stabilire specifici obblighi di trasparenza istituendo un pubblico registro nazionale avente ad oggetto le concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo rilasciate dalle pubbliche amministrazioni. Prevedere che le pubbliche amministrazioni concedenti rendano pubblici, anche tramite i propri siti internet, i dati concernenti l’oggetto delle concessioni ed il canone Prevedere l’obbligo dei concessionari di esporre al pubblico gli estremi della concessione e l’ammontare annuo del canone  corrisposto all’amministrazione concedente.  Individuare il relativo apparato sanzionatorio sulla base dei principi di effettività e proporzionalità.

 

 

 

 

ARTICOLO 1

 

Al comma 2, sostituire ovunque ricorra la parola “trenta” con la parola “quindici”.