parita-genere

Parità tra donne e uomini, tutti i dati raccontati da Istat in Commissione

La Commissione Affari Costituzionali ha avviato un’indagine conoscitiva sulle politiche in materia di parità tra donne e uomini.


Scarica l’allegato statistico cliccando qui

 

I principali dati riportati dall’Istat in Commissione:

OCCUPAZIONE

L’occupazione femminile è salita arrivando al 49,1% del secondo trimestre 2017. Nel 1977 era il 33,5%. Gli uomini sono al 67,1%. Quindi ci sono 18 punti percentuali di differenza. Il divario è superiore di 13,2 punti rispetto alla media europea.

Il gap rispetto alla media europea dipende dal sud dove la percentuale di occupazione è molto più bassa (32,3%), mentre al nord il tasso di occupazione è del 59,4%, e quindi vicino alla media europea. Il gap tra nord e sud è raddoppiato dal 1977 a oggi, passando da 13,8 a 27,1 punti.

ISTRUZIONE

Il tasso di occupazione delle laureate (75,6%)  è due volte e mezzo rispetto a quelle con licenza media (29,9%).

Il titolo di studio incide anche sul trovare lavoro. Dal secondo trimestre 2016 al secondo trimestre 2017, il 19,3% delle laureate trova lavoro, mentre per le diplomate il dato è del 9,9% e per chi ha titolo più basso è del 4,4%.

LAVORO

Nel secondo trimestre 2017:

– le donne nelle professioni intellettuali sono il 19,2% del totale

– attività commerciali e servizi (26,1%)

– professioni tecniche (16,4%)

– esecuzione lavori di ufficio (17,8%)

Le donne imprenditrici sono 700 mila (26% del totale). La percentuale è del 28% nelle nuove imprese. Il 48% è nei servizi tecnologici o a di mercato ad alta conoscenza

Una su 3 ha imprese con dipendenti.

CONCILIAZIONE TEMPI DI VITA

Nel 2017 il tasso di occupazione delle 25-49enni è l’81,1% per le donne che vivono da sole, il 70,8% er chi è in coppia senza figli e il 56,4% per le madri.