Ora una legge per compenso minimo a giovani avvocati e praticanti!

Il settore delle professioni legali va innovato. E’ l’unico settore dell’economia in cui qualcuno ancora lavora gratis. Per questo abbiamo lavorato con la Federazione dei Giovani Professionisti, che raccoglie giovani avvocati (Aiga), notai (Asign) e commercialisti (Ungdcec), per elaborare una proposta di legge a mia firma con diverse norme per il rinnovamento delle professioni.

In particolare chiediamo di introdurre l’obbligo di fare i contratti per iscritto con praticanti e collaboratori e il diritto di questi a ricevere un compenso minimo. Oggi nel mercato c’è una concorrenza sleale tra chi approfitta dei giovani e chi paga i collaboratori. Serve una legge per porre fine a queste ingiustizie sul lato della domanda e dell’offerta.

 

LEGGI LA PROPOSTA DI LEGGE QUI!