job

Lavoro, no a ripristino dell’art.18 è vittoria contro i conservatori

La scelta del Pd di schierarsi contro la  proposta di MDP sulla restaurazione dell’art. 18, un testo da anni ’70, è una buona notizia e rappresenta una vittoria netta contro i conservatori e la sconfitta di un totem ideologico antistorico nelle politiche del lavoro, la fine di uno slogan-provocazione da fine legislatura. Dopo che la relatrice Di Salvo ha  annunciato di voler riferire in senso contrario alla proposta, abbiamo, quindi, comunicato al presidente Damiano il ritiro dei nostri emendamenti soppressivi.

Noi abbiamo scelto di proseguire coerentemente il nostro impegno di questi anni a sostegno delle politiche di riforma del mercato del lavoro. Opporsi a questi vecchi totem ideologici vuol dire sostenere assunzioni e non licenziamenti più facili.

Come Forza Europa siamo soddisfatti dell’incontro con i radicali e con il segretario del Pd, Matteo Renzi, a cui abbiamo sempre riconosciuto un coraggio innovatore nel campo del lavoro e siamo soddisfatti per la scelta del Pd a favore di politiche di apertura e di modernizzazione, proprio come avvenuto con la bocciatura dei tentativi di restaurazione dell’articolo 18 promossi da Mdp in Commissione Lavoro alla Camera.

 

 

Modifica dell’articolo 18 della legge 20 maggio 1970, n. 300, e altre disposizioni concernenti la tutela dei lavoratori dipendenti in caso di licenziamento illegittimo”

 

ARTICOLO 1

Sopprimerlo

 

ARTICOLO 2

Sopprimerlo

 

ARTICOLO 3

Sopprimerlo

 

ARTICOLO 4

Sopprimerlo

 

ARTICOLO 5

Sopprimerlo