Future2

Elezioni, premiate ricette populiste. Noi adesso dobbiamo riflettere e ripartire

Riflettere e ripartire

Dopo essermi preso 24 ore per dormire e smaltire la delusione, non mi sembra utile mettermi a fare l’editorialista e annoiarvi con dotte elucubrazioni sui risultati delle elezioni. Una cosa è certa: gli italiani hanno detto alla politica tradizionale (noi inclusi, non illudiamoci) che le ricette populiste sono più attraenti e convincenti. Io la penso diversamente, ma occorre prenderne atto.

E riflettere bene su come risollevare le sorti di un approccio europeista, aperto, serio, innovatore, che esce nettamente sconfitto dal voto. Mi fermo qui per ora, riservandomi, appunto di rifletterci bene nei prossimi giorni. E di ripartire da lì. E mi interessa ovviamente sapere come la vede chi legge questa pagina.

Nel frattempo, però, voglio ringraziare Luca Monti, Stefano Morcelli, Leonardo Tomasello, Sergio De Muro, Giovanni Caccavello, Giovanni Sansi, Luca Perego e tutti gli altri che hanno partecipato a una campagna comunque bella ed entusiasmante.

Grazie davvero a a tutti e a presto!