banche

Decreto Banche, occasione persa contro festival dei populismi. Non lo votiamo

Su questo decreto abbiamo assistito al festival dei populismi di destra e di sinistra, con livelli di superficialità e ignoranza incredibili. Proprio per questo, ci saremmo aspettati dal governo un ok alle nostre proposte sul trattamento degli amministratori delle banche, presentate al Senato grazie ai senatori Orellana e Davico, che erano tutte corrette e ragionevoli.

È mancato coraggio. Si è persa un’occasione per garantire un corretto utilizzo dei soldi pubblici nelle banche e per penalizzare l’inefficienza. Non ci resta dunque che non votare il provvedimento, per il resto assolutamente condivisibile, ed astenerci.

fattoquotidiano20gen

Avevamo chiesto, tra le altre cose, il divieto di liquidare stock options e bonus agli amministratori delle banche che ottengono sostegno statale se non viene recuperato quanto erogato e il potere dello Stato di avviare autonomamente l’azione di responsabilità contro gli amministratori responsabili del dissesto.

corriere11febbraio

Era una proposta già accolta dal governo in una mozione di un mese fa alla Camera e ci ha stupito il no in Commissione al Senato.