partitilegge

Legge sui partiti, piena libertà associativa ma trasparenza su soldi e regole interne

La mia proposta si richiama ai principi ispiratori di Scelta civica: libertà, legalità e trasparenza. Noi vogliamo tutelare la libertà dei cittadini di associarsi liberamente per fare politica. Ma vogliamo anche che chi si impegna per un partito o per un movimento sappia con certezza di quali diritti e tutele gode, di chi è il simbolo e chi prende le decisioni. Piena trasparenza su finanziamenti e gestione dei soldi.
ddl avvocati giovani

Legge sulle professioni: compenso minimo per i praticanti e profonda revisione dell'esame di Stato

Riformare la disciplina delle professioni di avvocato, notaio e dottore commercialista, per rinnovarla e modernizzarla, favorendo l’accesso e l’esercizio della professione da parte dei giovani professionisti: questi gli obiettivi della proposta di legge che ho presentato. Occorre realizzare un sistema di regole adeguato ai tempi, soprattutto a tutela di coloro che si sono affacciati solo da poco su un mercato sempre più difficile e competitivo, anche in conseguenza dell’internazionalizzazione delle professioni. Tra le modifiche proposte, un compenso minimo per i praticanti avvocati e una profonda revisione della disciplina dell'esame di Stato al fine di rendere la selezione per l'ammissione all’esercizio della professione meno incerta e più meritocratica.
forbici

Stop ai vitalizi sganciati dai contributi versati

La proposta di legge costituzionale che ho presentato non introduce in Costituzione il diritto al vitalizio. Al contrario, stabilisce che i parlamentari e consiglieri ragionati cessati dalla carica abbiano diritto a un vitalizio o a un trattamento previdenziale nei casi previsti dalla legge. Il trattamento previdenziale eventualmente riconosciuto deve essere calcolato col metodo contributivo (e quindi in proporzione a contributi versati e durata del mandato). Queste regole vengono applicate anche retroattivamente per i vitalizi già attribuiti. L'effetto è quindi di rendere contrari alla Costituzione tutti i vitalizi che non rispettano questi principi, inclusi quelli in vigore.
partecipate

Partecipate: via tutte quelle inutili e fonte di sprechi

Scelta Civica, nel corso della legislatura, ha presentato numerose proposte ed emendamenti in questo settore; iniziative che sono sempre state regolarmente bloccate dagli altri partiti, troppo condizionati dai propri interessi economici e politici, dai vantaggi e dai benefìci che molto spesso derivano dal controllo di queste società. Ora è necessario un intervento netto per porre fine a sprechi e inefficienze.
prescrizione

Una riforma della prescrizione a garanzia di vittime e imputati

Morte anticipata dei processi, colpevoli che la fanno franca, imputati non processati fino in fondo, vittime di reati che si vedono negato il loro diritto ad avere giustizia. La disciplina della prescrizione necessita di una puntuale revisione per assicurare, da un lato, il regolare svolgimento del processo ai fini dell'accertamento dei fatti, impedendo che la prescrizione possa essere utilizzata dagli imputati come uno strumento dilatorio per arrivare al proscioglimento attraverso il mero decorso del tempo e, dall'altro, per evitare che le norme poste a tutela del regolare svolgimento del processo finiscano per pregiudicare il diritto dell'imputato a un processo di durata ragionevole.
società e consorzi

Norme più severe per le false comunicazioni sociali

La mia proposta di legge ha l'obiettivo di modificare la disciplina vigente, adottando un'impostazione più coerente con gli standard internazionali e con l'esigenza di reprimere duramente un fenomeno particolarmente pericoloso per la frequente relazione esistente tra le false comunicazioni sociali e i reati corruttivi e quelle di evasione fiscale. Si punisce la condotta di false comunicazioni sociali non solo quando viene causato un danno, ma anche quando l'esposizione di informazioni false o l'omissione di informazioni previste dalla legge avvengono con modalità idonee a indurre in errore i destinatari.
processi civili

Processi civili più veloci per una giustizia al servizio di cittadini e imprese

Per la completa definizione di un processo civile, i tempi medi in Italia superano i sette anni, con casi anche ben più lunghi. Si tratta di statistiche drammatiche che costituiscono un grave ostacolo alla crescita, limitando gli investimenti stranieri e inibendo le chance di sviluppo delle nostre imprese. Per questo serve intervenire con norme coraggiose e innovative.