AULECOMMISSIONE

Proposta a costo zero sul Bilancio Camera, trasparenza totale sulle presenze in Commissione

Nelle commissioni parlamentari si svolge la maggior parte del lavoro parlamentare, ma molti cittadini non lo sanno e basta una foto dell’aula vuota perché si dica che i parlamentari non lavorano. Più trasparenza aiuta a superare questo gap di conoscenza. Oggi ho chiesto dunque con un odg al bilancio Camera di rendere trasparenti le presenze dei deputati, condividendo i principi della campagna “Parlamento Casa di Vetro” promossa dall’associazione Openpolis.

IL VIDEO DEL MIO INTERVENTO 

A ottobre 2011 venne giustamente introdotto il taglio di 500 euro mensili sulla diaria per chi non partecipa con continuità ai lavori delle Commissioni. Da allora la Camera registra le presenze dei deputati in Commissione, ma questi dati non sono resi pubblici. Con una riforma del regolamento si potrà discutere se introdurre o meno la pubblicità dei voti. Con gli strumenti oggi a disposizione, l’Ufficio di Presidenza può sicuramente procedere sulla trasparenza delle presenze.

 

LEGGI QUI L’ARTICOLO DI OPEN POLIS

Il principio della pubblicità delle sedute parlamentari, previsto dall’art. 64 della Costituzione, ha finora, infatti, trovato attuazione soltanto per l’assemblea. Per una maggiore trasparenza e conoscibilità da parte dei cittadini di quello che avviene dentro il Parlamento, sarebbe finalmente opportuno prevedere forme di pubblicità anche per i lavori delle commissioni permanenti.

Pubblicità che potrà essere garantita non solo tramite il resoconto, ma anche attraverso una più semplice e leggibile pubblicazione sulle pagine del sito Camera dedicate a ogni Commissione.

IL TESTO INTEGRALE DEL MIO ORDINE DEL GIORNO

La Camera,

premesso che:

il principio della pubblicità delle sedute parlamentari, sancito dall’art. 64 della Costituzione, trova concreta e ampia attuazione limitatamente alla sola Assemblea;
sempre la Costituzione all’art. 72 stabilisce che è il regolamento di ciascuna Camera a “determinare le forme di pubblicità dei lavori delle Commissioni”;

nell’ottobre 2011, con delibera dell’Ufficio di Presidenza, è stato introdotto un sistema di rilevazione delle presenze dei deputati alle sedute delle Giunte e delle Commissioni, finalizzato a operare trattenute sulla diaria in relazione al tasso di partecipazione;

nelle more di una riforma del Regolamento, in cui si possa discutere riguardo alla pubblicità dei voti espressi, appare utile una delibera dell’Ufficio di Presidenza volta a garantire la pubblicità delle presenze dei deputati in Commissione, almeno nelle Commissioni permanenti;

tale pubblicità può essere garantita non esclusivamente attraverso il resoconto, ma anche attraverso una semplice pubblicazione sulla pagina del sito Camera dedicata a ogni Commissione;

invita, per le rispettive competenze, l’Ufficio di Presidenza ed il Collegio dei Questori

a deliberare a favore della pubblicità delle presenze dei componenti delle Commissioni permanenti secondo le indicazioni esposte in premessa.