Pubblicati da Andrea Mazziotti

Raggi, Fraccaro e la democrazia diretta: da grillini a craxini

Non passa giorno, senza che i grillini, e il loro vero dominus Casaleggio, ci dicano che il Parlamento è destinato a scomparire, sostituito dal volere dei cittadini espresso attraverso referendum. Peccato che, alla prima prova pratica di democrazia diretta in cui si trovano dalla parte dei contrari – il referendum Atac– i grillini si siano trasformati […]

Non solo spread, ma neanche fuga dalla realtà: se 1 milione di italiani sono pochi

Concordo con chi, come oggi il direttore del Foglio Claudio Cerasa, dice che l’opposizione non si può basare solo sul rialzo dello spread e che servono nuove idee e proposte. Ma è anche necessario rispondere a chi, come il vicepremier Di Maio, contrappone quotidianamente gli interessi dei “cittadini” all’andamento dei mercati, del rating, dello spread, […]

Macron o Zingaretti? Francamente me ne infischio

  Inizia il nuovo anno scolastico, o se volete il campionato 2018-2019. E lo fa nel peggiore (e non esattamente innovativo…) dei modi: con un dibattito interno al Pd. Ha iniziato Zingaretti, dicendo “meno Macron”, perché non bisogna rappresentare le élite (e qui ci siamo, perché i voti delle élite non bastano per definizione), e […]

Òrban, Salvini & co: la bestemmia della democrazia “cristiano-illiberale”

I media italiani hanno dato pochissimo spazio al discorso tenuto dal leader ungherese Òrban il 28 luglio scorso a un campo estivo di studenti universitari (qui sotto il link al testo integrale). Eppure è un testo fondamentale, perché è la summa del sovranismo putiniano. È la teorizzazione del superamento dello Stato liberale a favore di […]

Tribunale e procura sul concordato Atac: trascurati i creditori (meno le banche…) e troppi soldi ai commissari

Raramente, nella mia attività professionale, ho visto una stroncatura (seppur preliminare) di un piano di concordato come quella contenuta nel decreto del Tribunale Fallimentare di Roma con il quale l’amministratore delegato di Atac è stato convocato per dare chiarimenti sul piano di concordato. Atac ha seraficamente commentato che “la richiesta di chiarimenti rientra nella normalità delle procedure concorsuali“. Vero. Ma le durissime critiche del Tribunale […]

Per superare la sconfitta serve un cantiere di idee

Il 4 marzo, a perdere non sono stati solo il Pd o +Europa. Le ultime elezioni sono state uno schiaffo alle posizioni liberal-democratiche, socialdemocratiche, aperturiste, se vogliamo al bon ton politico-istituzionale degli ultimi 20 anni. E anche Forza Italia è stata investita dalla stessa ondata di protesta. La principale causa della sconfitta del centrosinistra, è da […]

Salvini e Di Maio inseguendo il Pd tradiscono gli elettori

Mi sono divertito a riassumere le posizioni di Lega, Movimento Cinquestelle e coalizione PD/+Europa su 20 dei principali temi politici. Come potete vedere, Lega e M5S sono d’accordo in 16 casi su 20. PD/+Europa sono d’accordo con il M5S solo sull’essere… contrari alle 3 proposte della Lega su flat tax, legittima difesa e abolizione delle unioni […]

Elezioni 2018, ma quante stupidaggini su ingovernabilità e Rosatellum

Come era scontato, le elezioni del 4 marzo hanno portato a una situazione di ingovernabilità. O, per meglio dire, non ha vinto nessuno. Da lunedì non leggiamo altro che commenti che attribuiscono questo risultato al Rosatellum. In particolare, nel Movimento Cinquestelle, tutti, da Di Maio a Toninelli, vanno in giro a dire che questa situazione […]

Elezioni, premiate ricette populiste. Noi adesso dobbiamo riflettere e ripartire

Riflettere e ripartire Dopo essermi preso 24 ore per dormire e smaltire la delusione, non mi sembra utile mettermi a fare l’editorialista e annoiarvi con dotte elucubrazioni sui risultati delle elezioni. Una cosa è certa: gli italiani hanno detto alla politica tradizionale (noi inclusi, non illudiamoci) che le ricette populiste sono più attraenti e convincenti. […]

Elezioni, con noi al Governo 100% fondi Ue spesi

Quando si attacca l’Europa, ci si dimentica dei fondi strutturali europei. Nel periodo 2014-2020 sono circa 45 i miliardi di euro che arrivano al nostro Paese dall’Unione Europea. Una media di 735 euro per ogni abitante, che purtroppo non riusciamo a spendere per intero. L’Italia a fine 2017 era ultima insieme a Spagna, Croazia e […]